logo cdp

domande pubbliche 01

Vuoi porre anche tu una domanda? > CLICCA QUI

Il servizio di domande e risposte pubbliche è gratuito.

Porre le proprie domande in questa sezione può essere molto utile per gli altri utenti del sito, che riconoscendosi nelle stesse problematiche potranno trovare delle risposte ai loro interrogativi.

Le domande vengono pubblicate anche nella pagina Facebook

-- Nota per gli utenti che inviano domande: se nei testi delle domande sono presenti informazioni che possano permettere di identificare altre persone, domande e risposte non verranno pubblicate --

Mi sento inferiore alle altre persone

--Simone--

ciao mi chiamo Simone e ho una bassa autostima di me stesso e vorrei vedere se sono affetto da uno stato depressivo come fare a vederlo, se sono depresso o meno, autostima io sono un ragazzo di 27 anni che ha una patologia ossessiva, che mi fa stare veramente tanto male, e ci sto veramente malissimo, perché ho paura di perdere la mia fidanzata e soprattutto ho paura di vivere, perché mi sento inferiore alle altre persone, e soprattutto, a volte mi arrabbio tanto con la mia fidanzata se non mi chiama amore, e questa cosa mi fa stare tanto male, io non ce la faccio più a vivere sto male sto male insieme ad altre persone e non mi ritengo capace di fare altre amicizie


>Gentile Simone,
grazie di avere scritto nella nostra pagina facebook, innanzitutto le chiedo se, siccome dice di soffrire di una patologia ossessiva, lei abbia intrapreso una terapia psicologica.
È molto positivo che la sua ragazza le stia accanto e le consiglio di condividere con lei le sue problematiche, avendo cura tuttavia di non arrabbiarsi eccessivamente con lei, siccome molto probabilmente non è lei la causa del suo malessere.
Questo suo senso di inferiorità è presente da molto tempo? Pensa di averne individuato un’origine, una causa?
È piuttosto frequente che le condizioni di disagio siano accompagnate da uno stato depressivo, più o meno marcato, ma è importante reagire confidando che vi è la possibilità di fare qualcosa e che si può trovare aiuto negli altri. Una terapia psicologica, che forse sta già seguendo, può sicuramente esserle d’aiuto nell’individuare i “fantasmi” che la collocano in questa posizione di inferiorità, da lei soggettivamente percepita, che probabilmente contribuisce a mantenere la sua persona in una condizione dolorosa ma “protetta”. Una protezione che può essere, per esempio, nei confronti di alcune emozioni e sentimenti difficili da affrontare.
Rimango a disposizione se vuole scrivermi ancora, cordiali saluti,

Dott. Giovanni Castaldi

Contatti

Dott. Giovanni Castaldi

Piazza Oberdan 2, 20129 Milano, (Porta Venezia M1). 
Telefono fisso: (+39) 02 295 314 68
Reperibilità cellulare: (+39) 348 58 49 549

info@psicologomilano.help

 

Oppure compila il modulo per essere richiamato/a

Non è necessario inserire il cognome
Digita correttamente il tuo numero di telefono, altrimenti non riusciremo a richiamarti
Ti contatteremo via email nel caso non riuscissimo a contattarti telefonicamente
E' possibile selezionare più di una fascia oraria

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com

 
Colloqui psicologici via Skype

Colloqui via Skype

Servizio a pagamento

Domande allo psicologo

Domande e risposte

Servizio gratuito

Questo sito utilizza i cookie darti un'esperienza pratica e senza soluzione di continuità. Continuando a navigare in questo sito, concordi con l'utilizzo dei cookie. Scopri di più sui cookie nella pagina informativa.