logo cdp

domande pubbliche 01

Vuoi porre anche tu una domanda? > CLICCA QUI

Il servizio di domande e risposte pubbliche è gratuito.

Porre le proprie domande in questa sezione può essere molto utile per gli altri utenti del sito, che riconoscendosi nelle stesse problematiche potranno trovare delle risposte ai loro interrogativi.

Le domande vengono pubblicate anche nella pagina Facebook

-- Nota per gli utenti che inviano domande: se nei testi delle domande sono presenti informazioni che possano permettere di identificare altre persone, domande e risposte non verranno pubblicate --

Man mano...ho notato che...è innamorato di sua madre, da sempre

--Alessia--

Salve;
vorrei parlarvi del mio problema.
Ho 24 anni, sto con un uomo più grande di me da 3 anni, lui ne ha 40.
E' un uomo di successo.
Man mano...ho notato che...è innamorato di sua madre, da sempre.
Ossessionato..anche se cerca di sfuggire alla cosa, che forse non riesce ad accettare neanche lui.
Lei era una donna promisqua, e il mio uomo appena adolescente lasciò per la prima volta il suo "nido" per vivere da uomo. "Stavo diventando matto", mi ha confessato un giorno.
A volte fa battute con leggerezza, che si ricollegano..a sua madre. (tipo: Quel gattino che miagola sta facendo la serenata a sua madre- e non alla sua ragazza..-) senza accorgersi.
E' una ferita profonda, per me.
Ho provato ad accennare, non so neanche per quale motivo...faccio finta di niente, come del resto lui, ma mi uccide.
E' ovviamente attratto da donne "materne per lui" sessuamente.
Sono legatissima aquest'uomo. Ma questa cosa, che porta ad un infinità di altre offese(tipo la ricerca continua di conferme da parte delle donne ed un enorme individualismo ed egocentrismo), mi uccide. So che dovrei cambiare strada. Ma in lui ho trovato l'amore, e viceversa. Se non fosse per quelle battutine leggere che mi fanno sanguinare in silenzio l'anima.
 

>Gentile Alessia,

dovreste riuscire a parlarne, per far sì che quest'uomo si possa permettere di poter amare veramente un'altra donna. Molto probabilmente le resistenze saranno molto forti, siccome fanno parte di una struttura affettiva che si è protratta per quarant'anni.

Il suo uomo dovrebbe prendere coscienza dei limiti che questa configurazione passionale pone alla sua libertà di essere. Se riconoscerà tali limiti potrà decidere con una certa serenità di intraprendere un percorso psicoterapeutico al fine di essere supportato ed orientato verso la risoluzione di questo problema. Cordiali saluti,


Dott. Giovanni Castaldi

Contatti

Dott. Giovanni Castaldi

Piazza Oberdan 2, 20129 Milano, (Porta Venezia M1). 
Telefono fisso: (+39) 02 295 314 68
Reperibilità cellulare: (+39) 348 58 49 549

info@psicologomilano.help

 

Oppure compila il modulo per essere richiamato/a

Non è necessario inserire il cognome
Digita correttamente il tuo numero di telefono, altrimenti non riusciremo a richiamarti
Ti contatteremo via email nel caso non riuscissimo a contattarti telefonicamente
E' possibile selezionare più di una fascia oraria
captcha
 
Colloqui psicologici via Skype

Colloqui via Skype

Servizio a pagamento

Domande allo psicologo

Domande e risposte

Servizio gratuito

Questo sito utilizza i cookie darti un'esperienza pratica e senza soluzione di continuità. Continuando a navigare in questo sito, concordi con l'utilizzo dei cookie. Scopri di più sui cookie nella pagina informativa.