logo cdp

domande pubbliche 01

Vuoi porre anche tu una domanda? > CLICCA QUI

Il servizio di domande e risposte pubbliche è gratuito.

Porre le proprie domande in questa sezione può essere molto utile per gli altri utenti del sito, che riconoscendosi nelle stesse problematiche potranno trovare delle risposte ai loro interrogativi.

Le domande vengono pubblicate anche nella pagina Facebook

-- Nota per gli utenti che inviano domande: se nei testi delle domande sono presenti informazioni che possano permettere di identificare altre persone, domande e risposte non verranno pubblicate --

Mi girava sempre la testa e non capivo se era perche mangiavo poco o per altro

--Marta--

buon giorno, sono una ragazza di 22 anni e frequento il IV anno di università..l'anno scorso ho iniziato ad avere un pò d'ansia per gli esami perche ero rimasta indietro e volevo a tutti i costi recuperare in fretta senza abbassare la media..questo mi ha portata a star sempre chiusa in biblioteca a studiare anche in pausa pranzo..perche mi sembrava mi dovessi come punire per non esser stata abbastanza brava..il che mi ha portato a perdere qualche chilo..mi girava sempre la testa e non capivo se era perche mangiavo poco o per altro e avevo sempre mal di pancia senza capire se era perche avevo fame o se avevo mangiato troppo..il che ha portato (almeno credo ora io) ad uno stato d'ansia maggiore e ad attacchi di panico..che hanno ovviamente peggiorato l'andamento scolastico e mi hanno portata a rimanere ancora piu indietro..anche se avevo nel frattempo recuperato i chili persi...con le vacanze gli attacchi di panico sono migliorati...però ho di nuovo iniziato a saltare pasti perdendo chili e anche peggio di prima..mi sembra di esser daccapo..c'è una relazione tra tutto ciò? perche mi sembra di esser entrata in un circolo vizioso..che mi fa sentir sempre piu indietro e sempre piu un peso per la famiglia..


>Gentile Marta,

le irregolarità nell’alimentazione hanno sicuramente degli effetti sul nostro organismo per via dei segnali biochimici che originano dai processi metabolici, per cui saltare i pasti come mangiare troppo può portare alla sintomatologia da lei descritta. Dietro a un certo comportamento alimentare ci possono essere svariate motivazioni, spesso psicologiche. Lei si è accorta di queste relazioni fra l’alimentazione e il suo malessere ed ha inoltre individuato alcune dinamiche che l’hanno portata ad agire determinati comportamenti e a vivere in uno stato d’ansia. Penso che dovrebbe esplorare i meccanismi che l’hanno portata in una certa situazione, per esempio il come lei gestisce la pressione sociale e famigliare per quanto concerne ciò che le viene richiesto. Potrebbero esserle utili dei colloqui psicologici al fine di superare il “circolo vizioso” nel quale si trova invischiata. Ci contatti pure, cordiali saluti,

Dott. Giovanni Castaldi

Contatti

Dott. Giovanni Castaldi

Piazza Oberdan 2, 20129 Milano, (Porta Venezia M1). 
Telefono fisso: (+39) 02 295 314 68
Reperibilità cellulare: (+39) 348 58 49 549

info@psicologomilano.help

 

Oppure compila il modulo per essere richiamato/a

Non è necessario inserire il cognome
Digita correttamente il tuo numero di telefono, altrimenti non riusciremo a richiamarti
Ti contatteremo via email nel caso non riuscissimo a contattarti telefonicamente
E' possibile selezionare più di una fascia oraria
captcha
 
Colloqui psicologici via Skype

Colloqui via Skype

Servizio a pagamento

Domande allo psicologo

Domande e risposte

Servizio gratuito

Questo sito utilizza i cookie darti un'esperienza pratica e senza soluzione di continuità. Continuando a navigare in questo sito, concordi con l'utilizzo dei cookie. Scopri di più sui cookie nella pagina informativa.