logo cdp

domande pubbliche 01

Vuoi porre anche tu una domanda? > CLICCA QUI

Il servizio di domande e risposte pubbliche è gratuito.

Porre le proprie domande in questa sezione può essere molto utile per gli altri utenti del sito, che riconoscendosi nelle stesse problematiche potranno trovare delle risposte ai loro interrogativi.

Le domande vengono pubblicate anche nella pagina Facebook

-- Nota per gli utenti che inviano domande: se nei testi delle domande sono presenti informazioni che possano permettere di identificare altre persone, domande e risposte non verranno pubblicate --

Credo di essere depressa

--Annamaria--

Salve,sono una ragazza di 22 anni,vorrei sapere da cosa dipenderebbe il mio malessere o disagio.Credo di essere depressa,non ho voglia di fare nulla,sono svogliata,non ho più piacere per nessuna attività e sono un pò apatica.Credo di fissarmi troppo sulle cose in generale,non so bene il perchè,non mi piace neppure uscire,mi vedo imbranata e se sono in mezzo alle persone,ad esempio a tante persone provo molto disagio,mi viene un malessere allo stomaco,e giramenti di testa.,ad esempio l'estate scorsa ero ad una festa e ad un certo punto mi faceva male la testa e non mi sentivo bene,avevo un certo malessere,tanto che tornando a casa mi venne di vomitare..forse per il forte mal di testa.Questo disagio che sento non mi fa vivere più.Mi vedo brutta,nelle situazioni che mi trovo mi sento anche fuori luogo con le persone,sono insicura di me.Un domani mi vedo sola senza un marito e senza figli.Secondo voi perchè? Sono sempre stata una ragazza silenziosa,timida con la difficoltà di parlare,socializzare ma credo di andare sempre a peggiorare.Secondo voi da cosa dipenderebbe tutto questo che mi sento? Credo di aver perso perfino fiducia in me stessa,a volte capita anzi spesso direi di non avere più voglia di vivere. Fin dalle elementari alle superiori e anche adesso sono sempre stata presa in giro dagli altri.Se perfavore potete darmi delle spiegazioni di tutto questo,io mi sento una sfigata. Aspetto una risposta grazie



>Gentile Annamaria,
la “spiegazione” di tutto questo risiede nella sua storia e nel come lei ha vissuto una determinata serie di vicende nel mondo sociale e famigliare, tutte cose che hanno influenzato (per non dire determinato) il suo attuale essere nel mondo. È lei stessa a chiedere da cosa dipenda tutto questo malessere che sente, riconoscendo evidentemente che la spiegazione non risiede nella descrizione dei sintomi ma nella ricerca e nella costruzione di una narrazione del suo vissuto e dei suoi eventi significativi. Tutto questo richiede un investimento, un impegno da parte sua, nella direzione di poter stare meglio. Provi a rivolgersi ad un servizio psicologico pubblico o privato, o ci contatti pure; l’importante è che lei non si fermi e non si chiuda in se stessa ma faccia circolare le sue emozioni e le sue parole. Le auguro buone cose,

Dott. Giovanni Castaldi

Contatti

Dott. Giovanni Castaldi

Piazza Oberdan 2, 20129 Milano, (Porta Venezia M1). 
Telefono fisso: (+39) 02 295 314 68
Reperibilità cellulare: (+39) 348 58 49 549

info@psicologomilano.help

 

Oppure compila il modulo per essere richiamato/a

Non è necessario inserire il cognome
Digita correttamente il tuo numero di telefono, altrimenti non riusciremo a richiamarti
Ti contatteremo via email nel caso non riuscissimo a contattarti telefonicamente
E' possibile selezionare più di una fascia oraria
captcha
 
Colloqui psicologici via Skype

Colloqui via Skype

Servizio a pagamento

Domande allo psicologo

Domande e risposte

Servizio gratuito

Questo sito utilizza i cookie darti un'esperienza pratica e senza soluzione di continuità. Continuando a navigare in questo sito, concordi con l'utilizzo dei cookie. Scopri di più sui cookie nella pagina informativa.