logo cdp

domande pubbliche 01

Vuoi porre anche tu una domanda? > CLICCA QUI

Il servizio di domande e risposte pubbliche è gratuito.

Porre le proprie domande in questa sezione può essere molto utile per gli altri utenti del sito, che riconoscendosi nelle stesse problematiche potranno trovare delle risposte ai loro interrogativi.

Le domande vengono pubblicate anche nella pagina Facebook

-- Nota per gli utenti che inviano domande: se nei testi delle domande sono presenti informazioni che possano permettere di identificare altre persone, domande e risposte non verranno pubblicate --

Ha sviluppato una sorta di possessività e ossessività nei miei confronti

--Sara--


Il mio ragazzo,classico ragazzo del sud impostato e chiuso di mentalità, con cui sto da pochi mesi ha sviluppato una sorta di possessività e ossessività nei miei confronti. Non accetta il mio modo pensare e se mi impunto a far valere la mia idea mi dice che sono presuntosa, arrogante, che non mi abbasso. Vuole farmi cambiare ,diventare come lui vuole.
E' arrivato al punto di darmi uno schiaffo per questo o spintoni.
Mi controlla il tel, stiamo ore a parlare e se mi stanco mi accusa che sono fredda e non lo amo abbastanza.
Mi parla con tono alto quando cerca di farmi capire le cose che non gli stanno bene di me, o quando non mi comporto secondo il modo che lui vorrebbe.
Ha provato a lasciarmi per questo, ma io l'ho sempre ripreso.
Ora quando succede di nuovo che discutiamo, non mi lascia perchè lo supplico, ma diventa aggressivo, nel senso che se mi chiudo in me stessa e rimango in silenzio (a non spiegarli le cose e a giustificarmi continuamente per delle banalità tipo gelosie ingiustificate)arriva a spintonarmi e a minacciarmi di morte se commetto un errore grave per lui o se lo abbandono.
Ho paura che sia malato e ossessionato da me?



>Gentile Sara,

i comportamenti del suo ragazzo esprimono un’insicurezza di fondo, associata a timori di abbandono. È possibile inoltre che un certo sistema di valori nel quale è cresciuto abbia favorito alcuni particolari atteggiamenti verso il femminile, ma il punto più importante è che sembra predisposto ad esternare questa problematica in modo violento, il che potrebbe essere pericoloso per lei.
Il mio consiglio è di mettere in chiaro che non ci devono essere violenze e che ciò potrebbe comportare la fine del vostro rapporto. Se ha paura delle sue reazioni si faccia supportare da qualcuno, un amica/o o un famigliare.
Ci scriva ancora se vuole, cordiali saluti,

Dott. Giovanni Castaldi

Contatti

Dott. Giovanni Castaldi

Piazza Oberdan 2, 20129 Milano, (Porta Venezia M1). 
Telefono fisso: (+39) 02 295 314 68
Reperibilità cellulare: (+39) 348 58 49 549

info@psicologomilano.help

 

Oppure compila il modulo per essere richiamato/a

Non è necessario inserire il cognome
Digita correttamente il tuo numero di telefono, altrimenti non riusciremo a richiamarti
Ti contatteremo via email nel caso non riuscissimo a contattarti telefonicamente
E' possibile selezionare più di una fascia oraria
captcha
 
Colloqui psicologici via Skype

Colloqui via Skype

Servizio a pagamento

Domande allo psicologo

Domande e risposte

Servizio gratuito

Questo sito utilizza i cookie darti un'esperienza pratica e senza soluzione di continuità. Continuando a navigare in questo sito, concordi con l'utilizzo dei cookie. Scopri di più sui cookie nella pagina informativa.