logo cdp

2011/2012 Simona Iamonte

Elaborati prodotti durante il corso di Metodi e Tecniche dell'Arteterapia, tenutosi presso l'Accademia Albertina delle Belle Arti di Torino, anno accademico 2011/2012.

Autrice:

Simona Iamonte

 

Dal corso di arteterapia, seguito in questi quattro mesi, si sono affrontate molte problematiche legate ai problemi psichici causati da eventi ben precisi;tra i quali la guerra o le perdite di persone care,che entrano nel nostro metabolismo psichico e permettono di fare di una persone ciò che è.
L’arteterapia per me è quindi un metodo di scoperta di se stessi attraverso le arti, in un modo che può essere stato indotto (ad esempio con la partecipazione di un esperto) oppure con il semplice cimentarsi nell’arte (in modo più o meno inconscio) per mezzo di forme, colori, pennelli ,vari materiali, ecc..
Per quanto mi riguarda ho sempre visto l’arte come teraèpia,come mezzo di sfogo o,a volte,come piacevole passatempo..una sorta di”migliore amico” con cui dialoghi,che apprezzi e con cui a volte litighi pure,capace di metterti in crisi.L’Arte è lo scrigno dei tuoi segreti che solo tu e lui potete conoscere.
Il tema dell’arteterapia,da quando l’ho conosciuto,mi ha sempre attratto fortemente,forse perché l’arte ha sempre qualcosa da comunicare,soprattutto se nasconde problemi e emozioni che si preferisce non dire per paura(di cui è piena zeppa l’arte).
In seguito al laboratorio frequentato in questi ultimi mesi,sono riuscita a capire e a far riaffiorare piano piano i ricordi e le emozioni a cui magari prima non avrei mai dato peso.

"L'ALTRO"
Tema profondo e composto da mille sfaccettature.La mia idea di altro confluisce in 2 tipologie ben precise:”l’Altro anonimo” che non cattura la mia attenzione,dipinto di bianco su uno sfondo rosso;poi c’è “l’Altro” che coinvolgen particolarmente la mia attenzione,mi focalizzo sull altro(che sia persona o oggetto o animale)e cerco di capirlo e dargli un nome.Infatti ho disegnato una figura nera con un cuore giallo,che sarei io,perché credo siano tutti come me(o forse lo spero) con delle caselle da parole crociate sulla sua testa che indicano il mio bisogno di “collocare questa personalità altra.
Il lavoro dell’Altro è stato il più semplice perché è stato più istinrivo ed è saltato subito in mente molto tempo prima di realizzarlo e forse anche perché ci penso sempre…mi interessa parecchio la sociologia,quindi penso che l’immediatezza delle immagini per questo lavoro,sia data da questi fatti.

 

altro 1 tnaltro 2 tn



"SESSUALITA'"
Per questo lavoro ho avuto problemi,non a concepire il concetto,ma proprio in termini di realizzazione.La Sessualità non è mai stata tabù a casa mia,ma in linea generale non se ne parlava mai.Io comunque,l’ho sempre vissuta bene,non ho mai fatto cose contro voglia,non sono mai stata obbligata a spingermi oltre un limite,insomma l’ho sempre vissuta per come veniva.Nel mio dipinto si vede:ho realizzato una pittura informale con schizzi e colori,sempre su fondo rosso.Questi colori esprimono le emozioni provate durante un rapposto fisico e non,quando ci si tocca o quando ci si tocca l’un l’altro con il pensiero.In linea di massima non ci sono stati traumi a riguardo,ho sempre vissuto tutto questo in modo sereno.
Ho notato ultimamente che non sopporto che i corpi vengano strumentalizzati(ad esempio in tv o al cinema,addirittura per strada)trovo difficile stare a contatto con ragazze che si svalorizzano vestendosi(o svestendosi),lasciando più elle nuda che coperta.Mi mette un senso di ansia nel quale mi viene solo da pensare di avere a che fare con ragazze che non si valorizzano per quello che dovrebbero,ovvero per la loro intelligenza,il loro carattere.Dissacrano la sacralità del corpo,delle forme e intanto mi danno l’impressione di “stuprare” l’intelligenza femminile,attribuendole un messaggio comune,ovvero quello della frivolezza e ingenuità.

sessualita tn



"VIOLENZA"
Anche per questo lavoro ho avuto delle titubanze al momento rappresentativo.Mancavano idee di rappresentazione,ma alla fine ho scelto di rappresentare un fondo nero di acrilico dato in maniera materica,che simboleggiasse un po’ la pelle dei vestiti,tipo “giubotto di pelle” o “stivali di pelle” che mi fanno subito pensare a qualcosa di violento,forse perché l’associo al periodo Punk,dove ci si infliggeva del male autolesionistico,la filosofia punk era quella della pelle e delle borchie che a me fanno pensare alla violenza.
Su questo fondo nero simil pelle ho vuoluto cucirci un labirinto quadrato di lana rossa con un cuore,al centro,che simboleggia in cuore della violenza.il labirinto esplica un concetto di strada,di induzione al cuore violento.La violenza per me è indotta,viene fuori quando si è obbligati a essere violenti.Non ho patito violenze su di me,piuttosto delusioni ma non le classifico assolutamente come violenze.
Il filo logico che accomuna i miei lavori di arte terapia è sicuramente la concettualità e il colore.Attraverso il carattere di ogni singolo colore,ho voluto simboleggiare uno stato d’animo,ho voluto associare una personalità e una situazione,perché è la prima cosa che mi è venuta in mente,forse anche quella più semplice per me.
In questo laboratorio,lo stare a contatto con altre persone e altre realtà è stato molto interessante,anche perché a me piace molto ascoltare e assimilare.Vedere altri prodotti artistici è stato stimolante sia per l’animo artistico che quello di crescita.Credo fermamente nella potenza delle immagini e dell’arte,quindi avere l’opportunità di vedere così tante opere che hanno un tema comune ma che sono così diverse è una grande opportunità per crescere e per conoscere.

violenza tn

 

 

 

Questi contenuti sono stati pubblicati con l'esplicito consenso da parte dell'autore.

Contatti

Dott. Giovanni Castaldi

Piazza Oberdan 2, 20129 Milano, (Porta Venezia M1). 
Telefono fisso: (+39) 02 295 314 68
Reperibilità cellulare: (+39) 348 58 49 549

info@psicologomilano.help

 

Oppure compila il modulo per essere richiamato/a

Non è necessario inserire il cognome
Digita correttamente il tuo numero di telefono, altrimenti non riusciremo a richiamarti
Ti contatteremo via email nel caso non riuscissimo a contattarti telefonicamente
E' possibile selezionare più di una fascia oraria
captcha
 
Colloqui psicologici via Skype

Colloqui via Skype

Servizio a pagamento

Domande allo psicologo

Domande e risposte

Servizio gratuito

Questo sito utilizza i cookie darti un'esperienza pratica e senza soluzione di continuità. Continuando a navigare in questo sito, concordi con l'utilizzo dei cookie. Scopri di più sui cookie nella pagina informativa.