logo cdp

domande pubbliche 01

Vuoi porre anche tu una domanda? > CLICCA QUI

Il servizio di domande e risposte pubbliche è gratuito.

Porre le proprie domande in questa sezione può essere molto utile per gli altri utenti del sito, che riconoscendosi nelle stesse problematiche potranno trovare delle risposte ai loro interrogativi.

Le domande vengono pubblicate anche nella pagina Facebook

-- Nota per gli utenti che inviano domande: se nei testi delle domande sono presenti informazioni che possano permettere di identificare altre persone, domande e risposte non verranno pubblicate --

Da un mese a questa parte sono e appaio nervoso. Non ne riconosco la motivazione

--Lorenzo--


Come va? Spero bene :)
Da un mese a questa parte sono e appaio nervoso. Non ne riconosco la motivazione... Prendo alcuni psicofarmaci (paroxetina, gabapentin e Alprazolam); ho 19 anni e lavoro in una scuola di specializzazione post-laurea, frequento l ultimo anno di liceo scientifico, "preparandomi intanto psicologicamente" ad un mio desiderio di entrare nella facoltà di medicina il prossimo anno; inoltre sono rappresentante d'istituto della mia scuola (il chè mi mette in costante esposizione con gli altri studenti). Faccio tirocinante fotografo durante la settimana e nei weekend, a matrimoni discoteche etc e infine collaboro per una Onlus. Evidenzio questo, perchè ciò è molto faticoso per me. Non vorrei che il mio essere nervoso sia una conseguenza del mio stato psico-fisico "affaticato". Oppure non so da cos'altro... Ma l'unica cosa che mi sembra logica è questa.............
 
 
>Caro Lorenzo potrebbe essere senz'altro come dice lei però le consiglierei se lo stato di disagio dovesse persistere di andare a parlarne con qualche professionista, uno/a psicologo/a o psicoterapeuta. Se portare avanti contemporaneamente tutte le attività che descrive la affatica e la innervosisce a tal punto da dover ricorrere a degli psicofarmaci credo che sia lecito domandarsi se non sia il caso di "alleggerire" un po' la quantità di questi impegni. E' lei stesso a far notare in quante cose si è impegnato. Se tali attività costituiscono comunque per lei un modo di convogliare le sue energie in qualcosa che la soddisfa ed è solo la loro quantità a crearle una forte pressione, bisognerebbe chiedersi allora il perché lei ha questo bisogno di tenersi impegnato "al 100%".  Mi faccia sapere e buone cose per lei.

Dott. Giovanni Castaldi

Contatti

Dott. Giovanni Castaldi

Piazza Oberdan 2, 20129 Milano, (Porta Venezia M1). 
Telefono fisso: (+39) 02 295 314 68
Reperibilità cellulare: (+39) 348 58 49 549

info@psicologomilano.help

 

Oppure compila il modulo per essere richiamato/a

Non è necessario inserire il cognome
Digita correttamente il tuo numero di telefono, altrimenti non riusciremo a richiamarti
Ti contatteremo via email nel caso non riuscissimo a contattarti telefonicamente
E' possibile selezionare più di una fascia oraria
captcha
 
Colloqui psicologici via Skype

Colloqui via Skype

Servizio a pagamento

Domande allo psicologo

Domande e risposte

Servizio gratuito

Questo sito utilizza i cookie darti un'esperienza pratica e senza soluzione di continuità. Continuando a navigare in questo sito, concordi con l'utilizzo dei cookie. Scopri di più sui cookie nella pagina informativa.