logo cdp

domande pubbliche 01

Vuoi porre anche tu una domanda? > CLICCA QUI

Il servizio di domande e risposte pubbliche è gratuito.

Porre le proprie domande in questa sezione può essere molto utile per gli altri utenti del sito, che riconoscendosi nelle stesse problematiche potranno trovare delle risposte ai loro interrogativi.

Le domande vengono pubblicate anche nella pagina Facebook

-- Nota per gli utenti che inviano domande: se nei testi delle domande sono presenti informazioni che possano permettere di identificare altre persone, domande e risposte non verranno pubblicate --

Credo di essere portatore della sindrome di Asperger

--Charles--

Credo di essere portatore della sindrome di Asperger. Uno psichiatra mi ha confermato in sostanza questa ipotesi, ma mi ha anche detto francamente di non sentirsi sufficientemente qualificato, e mi ha indirizzato ad altro professionista, presso il quale dovrò sostenere una visita prossimamente.

Ho una vita abbastanza normale, ma tutto mi è costato fortissimi sacrifici. Lavoro, sono sposato, ho un figlio ormai grande e autonomo, ho un'intelligenza a detta di tutti molto superiore alla media (indirizzata soprattutto al linguaggio ed alla matematica), ma per altri versi vengo definito un imbecille, goffo e tonto.

I miei eterni problemi sono l'accettazione sociale (ma di questa posso anche fare in gran parte a meno, ormai...) e la sopraffazione della mia coscienza da parte delle emozioni, che autocontrollo a prezzo di uno stress enorme. Ho avuto grossi problemi Universitari a causa dell'insostenibile stress emotivo degli esami (anche se quelli che ho sostenuto sono andati ottimamente), fino all'abbandono, anche se poi ho avuto un riconoscimento honoris causa. Non soffro di "attacchi di panico" ma di annullamento delle forze e abbandono delle capacità intellettive. Con un severo autocontrollo riesco a tenere a bada i cavalli, ma sto invecchiando e soffro di alcune patologie collaterali che mi rendono la vita ancor più difficile.
A parte i farmaci, che non assumo a causa del cosiddetto "effetto paradosso", che con psicofarmaci in me pare appunto essere la norma, cosa potrei fare per alleggerirmi di tanto stress?
(Non suggeritemi Ve ne prego di andare in pensione giacché non posso, o di andare in vacanza, perché le novità mi danno ancora più stress, il quale aumenterebbe poi ancor più alla fine delle vacanze stesse!...)

Grazie

Charles

 

>Gentile Charles,
la prima cosa che mi viene da chiederle è se abbia mai tentato un approccio psicoterapeutico oltre ad un intervento psichiatrico, se abbia tentato di curarsi proprio attraverso il linguaggio, nel quale lei riconosce di trovarsi più a suo agio.
Forse, ma è solo uno spunto, già lo scrivere e l’indirizzarci queste righe ha sortito in lei un qualche effetto di senso che forse (forse) l’ha fatta sentire un po’ più tranquillo.
Più che individuare l’esistenza di sindromi (glielo dico anche alla luce della sua non giovanissima età), potrebbe esserle utile affrontare un percorso di analisi così da consolidare quelle forze che lei, essendosi costruito una vita, ha già dimostrato di possedere.
Ci contatti pure, ritengo possa esserle utile un colloquio conoscitivo.

Cordiali saluti,
Dott. Giovanni Castaldi

Contatti

Dott. Giovanni Castaldi

Piazza Oberdan 2, 20129 Milano, (Porta Venezia M1). 
Telefono fisso: (+39) 02 295 314 68
Reperibilità cellulare: (+39) 348 58 49 549

info@psicologomilano.help

 

Oppure compila il modulo per essere richiamato/a

Non è necessario inserire il cognome
Digita correttamente il tuo numero di telefono, altrimenti non riusciremo a richiamarti
Ti contatteremo via email nel caso non riuscissimo a contattarti telefonicamente
E' possibile selezionare più di una fascia oraria
captcha
 
Colloqui psicologici via Skype

Colloqui via Skype

Servizio a pagamento

Domande allo psicologo

Domande e risposte

Servizio gratuito

Questo sito utilizza i cookie darti un'esperienza pratica e senza soluzione di continuità. Continuando a navigare in questo sito, concordi con l'utilizzo dei cookie. Scopri di più sui cookie nella pagina informativa.